ARTICOLO DI GIACOMO GRASSELLI



POLISPORTIVA CINGOLI vs LUCIANA MOSCONI DORICA ANCONA 30-22 (12-8)

PC: Danti, Gentilozzi, Analla, Barigelli, Camperio 3, Ilari 4, Rubbo 3, Matijasevic 4, Strappini 4, Mangoni 3, Nuccelli 4, Russo 5, Trillini, Gambini. All. Nocelli

AN
: Sanchez, Giambartolomei, Bastari, Campana 4, Caleffi 1, Lorenzetti 3, Sabbatini 8, Magistrelli, Lucarini, Serpilli 4, Cardile 2, Zannini, Kattani, Feroce. All. Guidotti

Arbitri: Bassi e Scisci di Conversano

CINGOLI – Un derby di fuoco al PalaQuaresima, e Cingoli questa volta ha spazzato via Ancona. I ragazzi di Nocelli hanno battuto 30-22 la Luciana Mosconi Dorica, dominando l’incontro per più di 40 minuti. Nonostante la grinta di un agguerrito Davide Campana, i cingolani sono riusciti ad ottenere la prima vittoria in Serie A contro la squadra del capoluogo di regione.
Pronti e via e Cingoli va subito 2-0 con Camperio e Ilari. Pronta la reazione degli ospiti che pareggiano subito dopo con Sabbatini e Campana. Le squadre si affrontano a viso aperto fino al 4-4. Da qui, i padroni di casa cominciano a dare spettacolo, mettendo a segno grandi giocate e gran gol. Il primo break cingolano è firmato Nuccelli e Camperio. Gli ospiti provano a reagire, ma riescono soltanto a portarsi a meno 1 (7-6). Con Danti muraglia difensiva, Mangoni e Nuccelli realizzano il +3 (9-6). Francesco Serpilli segna il primo gol da ex (9-7), ma Cingoli non si abbatte e mantiene i tre punti di vantaggio (10-7). Nel finale c’è l’apoteosi, con la Polisportiva a segnare i tre gol decisivi per il 12-8 parziale.

Nel secondo tempo scende in campo soltanto un roster, quello del Balcone delle Marche, che si vendica di tutte le sconfitte delle due scorse stagioni. Nonostante l’inizio promettente di Ancona (13-10), i cingolani rispondono colpo su colpo e restano sul più 4 (16-12). Vincenzo Russo, oggi veramente ispirato, con due gol strepitosi porta i suoi sul 18-12. Ancora Russo risponde a Cardile, le squadre si fronteggiano fino al 20-15. Cingoli, da qui, chiude la pratica e fa divertire gli spettatori del PalaQuaresima. Ilari, Rubbo Rodriguez, Mangoni e Strappini avvicinano Cingoli alla storia, è 25-15, il palazzetto è sempre più una bolgia! I due ex Serpilli e Campana provano a tenere in vita Ancona, ma Russo è implacabile e ribadisce il 26-17. Giuliano Danti salva un capolavoro di Davide Campana di sottomano. Cingoli continua il pressing, ma Sanchez non ci sta e salva i suoi dai tentativi di Rubbo, Mangoni e Nuccelli. Luka Matijasevic su rigore porta Cingoli al massimo vantaggio (27-18), ma la Dorica torna a meno 7 (27-20). Matteo Ilari, a coronamento di una partita perfetta, si inventa il gol della vita: con una finta mette a sedere l’avversario e batte Sanchez. Il PalaQuaresima è in visibilio, la vittoria è vicina. C’è il momento di gioia anche per Diego Strappini, tornato dall’infortunio, che realizza il 29-21.

Cingoli vince il suo primo derby in Serie A Maschile, con una prestazione superlativa. Top scorer di giornata l’anconetano Sabbatini con 8 reti, seguito da uno scatenato Vincenzo Russo a 5. Il made in Cingoli è stato l’ago della bilancia, perchè, se da una parte Davide Campana resta un giocatore di altissimo spessore, dall’altra Matteo Nuccelli, Vincenzo Russo e Matteo Ilari hanno regalato spettacolo ed emozioni. Ottimo inizio di partita per Tomas Camperio, e gli stranieri Luka Matijasevic e Federico Rubbo Rodriguez hanno fatto vedere le loro potenzialità.

Cingoli resta al quinto posto con 9 punti, sulla scia di Bologna e Città Sant’Angelo a 12 punti. Nel prossimo turno, la squadra di Nando Nocelli affronterà il fanalino di coda Rapid Nonantola in Emilia. Resterà negli annali la serata del 12-11-2016, Cingoli ha vinto contro Ancona.

Annunci